Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Scritto da nel Numero 65 - 1 Dicembre 2009, Politica | 1 commento

Sommario criminale italiano

 

CRONACA NERA
(Bande & singoli)
CRIMINALITA’ ORGANIZZATA
(Mafia & affini)
CRIMINALITA’ FINANZIARIA
(Business, crack, disastri…)
CRIMINALITA’ POLITICA
(Terrore rosso, nero e di Stato)
20 novembre 1945 – Strage di Villarbasse: 10 persone uccise da 4 banditi siciliani, arrestati e condannati a morte (ultime condanne a morte in Italia)
1 maggio 1947 – Strage di Portella della Ginestra: 11 morti tra i contadini che occupavano le terre. Mandante politico, esecutore mafioso (Banda del Bandito Giuliano)
10 marzo 1948 – Placido Rizzotto, sindacalista, è ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore del movimento contadino per l’occupazione delle terre.
Novembre 1953 - Rivolta di Trieste: moti triestini per l’annessione
9 febbraio 1954 – Gaspare Pisciotta è avvelenato in carcere con la stricnina, cugino del Bandito Giuliano è ritenuto anche il suo assassino
1954 – Occupazione anglo-americana di Trieste, annessione all’Italia nel 1975.
10 novembre 1955-25 gennaio 1956 – Il Mostro di Pontoglio: Morandini è il primo “serial killer” italiano: 9 delitti in 76 giorni. Condannato all’ergastolo, si impicca in carcere.
1961 – Inizia l’attività della Mala del Brenta
1961-1983 – Mostro di Bargagli (Genova): anonimo autore di 23 omicidi collegati ad un unico episodio originatore, la sparizione di un “tesoro” di banconote, gioielli e oro trasportato da truppe Naziste e Repubblichine in fuga da Genova durante la liberazione.
1961 – Berlusconi ottenne una fideiussione dalla Banca Rasini, per avviare la sua impresa edilizia. È indicata da Sindona e in diversi documenti della magistratura come la principale banca usata dalla mafia al nord per il riciclo di denaro sporco. In quegli anni il padre, Luigi Berlusconi, era procuratore generale della Rasini, che era in rapporti d’affari con la Cisalpina Overseas Nassau Bank, nel cui consiglio d’amministrazione figuravano Roberto Calvi, Licio Gelli, Michele Sindona e monsignor Paul Marcinkus.
27 ottobre 1962 – Enrico Mattei viene ucciso in un misterioso incidente aereo, che nel 2005 – in seguito a nuove evidenze – fu stabilito essere di natura dolosa.
16 gennaio 1964 – Il caso Bebawi
30 giugno 1963 – Strage di Ciaculli: autobomba uccide 7 appartenenti alle forze dell’ordine
1964 – Accordi tra SIFAR e CIA: all’estinzione dell’Organizzazione Osoppo, l’Italia aderisce alla rete di organizzazioni stay-behind a difesa dell’Europa in caso di invasione sovietica denominata Gladio, in realtà collegamento tra estremisti di destra col compito di favorire le ingerenze straniere nella strategia della tensione.
1968-1985 – Mostro di Firenze: 16 morti. Il caso è ancora aperto anche se dall’arresto di Pacciani si sono fermati gli omicidi
10 maggio 1967 – Il piano Solo del (1964)è rivelato dall’Espresso. Il 25 giugno 1969 è avvelenato con un caffè il gen. Giorgio Manes su un divanetto della Camera dei Deputati: dopo poco avrebbe deposto sul fatto presso la Commissione d’inchiesta.
25 giugno 1967 – Strage di Cima Vallona: 4 morti in un attentato terroristico ad opera degli autonomisti della BAS (Befreiungsausschuss Südtirol)
21 giugno 1969 – Caso Teti: barbaramente uccisa una coppia in riva al Tevere
10 dicembre 1969 – Strage di Viale Lazio: 6 morti a Palermo in uno scontro tra i Corleonesi e bande rivali
25 aprile 1969 – Bombe alla Fiera di Milano
8/9 agosto: - Attentati ai treni dell’estate 1969
12 dicembre – Strage di Piazza Fontana: 16 morti. È l’inizio della strategia della tensione
15 dicembre – Muore Giuseppe Pinelli in uno strano incidente
22 luglio 1970 – Strage di Gioia Tauro: 6 morti per mano della ‘Ndrangheta dopo la decisione di fissare Catanzaro come capoluogo di regione a scapito di Reggio Calabria
Luglio 1970 – settembre 1971 – Fatti di Reggio: 3 civili e 2 agenti uccisi.
7 settembre 1970 – Attentati a Reggio Calabria e bombe sui treni
7 dicembre 1970 – Tentativo di colpo di stato del principe Borghese. Legata a questo episodio, nell’ottobre 1974 sarà scoperta La Rosa dei venti, un’organizzazione segreta di stampo neofascista e arrestato Vito Miceli, capo del SID e legato alla Mafia.
1972 – Inizia l’attività della Banda della Comasina, guidata da Renato Vallanzasca, che sarà condannato a 4 ergastoli e 260 anni di reclusione.
14 marzo 1972 – Omicidio-suicidio (?) di Giangiacomo Feltrinelli
17 maggio – Omicidio del Commissario Luigi Calabresi
1972-2001 – Petrolchimico di Marghera (Venezia): la sentenza (finora in 2° grado) lascia liberi i manager dell’impianto, responsabile di invalidità e morti sul lavoro (tumore) per molti operai a partire dai primi ’70.
31 maggio 1972Strage di Peteano (Gorizia): una telefonata (Ordine Nuovo) segnala ai carabinieri la presenza di un’auto sospetta, che esplode durante il sopralluogo effettuato da 3 carabinieri.
15 aprile 1973Rogo di Primavalle (Roma): attivisti di Potere Operaio (poi aiutati a espatriare all’estero dall’organizzazione), incendiano nella notte l’abitazione del segretario della locale sezione del Msi. Muoiono due suoi figli, i fratelli Mattei, il più piccolo aveva 11 anni.
17 maggio Strage della Questura di Milano: al corteo per l’anniversario dell’omicidio Calabresi una bomba a mano fa 4 morti tra la folla.
17 dicembre – Attentato palestinese a Fiumicino dopo quello alle Olimpiadi di Monaco dell’anno precedente
8 ottobre 1974 – Crack Sindona (Banca Unione e Banca Privata Finanziaria)
28 maggio 1974 – Bomba in piazza della Loggia a Brescia
4 agosto 1974 – Attentato al treno (Italicus) nella tratta FI-BO
30 settembre 1975 – Caso del Circeo: Rosaria Lopez, studentessa di 20anni, è stuprata, picchiata e annagata in una vasca da bagno, Donatella Colasanti è torturata ma sopravvive. La condanna (30 anni) va a due giovani “pariolini” neofascisti che “volevano divertirsi”, ma uno degli stupratori è ancora libero.
2 novembre – Omicidio Pasolini all’idroscalo di Ostia
12 giugno 1975Omicidio di Alceste Campanile, a sfondo politico, rimane irrisolto sino al 1999.
9 maggio 1976 – Peppino Impastato è ucciso con una carica di tritolo sotto il corpo adagiato sui binari della ferrovia.
4 febbraio 1976 – Scandalo corruzione Lockheed
10 luglio – Disastro di Seveso: incidente in un reattore chimico (impianti ICMESA, Gruppo La Roche) e fuoriuscita di una nube di diossina. Pur non essendoci stati morti, circa 250 persone riscontrarono dermatosi che crearono lesioni e cisti sebacee, mentre gli effetti sulla salute generale sono ancora oggi oggetto di studi. La popolazione colpita venne informata sulla gravità dell’evento solamente 8 giorni dopo la fuoriuscita della nube.
16 marzo–9 maggio 1976 – Aldo Moro: Sequestro (Strage di via Fani) e uccisione
7 ottobre 1977 – Inizio attività della Banda della Magliana, a cui sono stati attribuiti legami con Mafia, con Licio Gelli e la P2, nonché con esponenti dell’estrema destra eversiva, con i servizi segreti e anche con Monsignor Marcinkus (IOR). A loro sono legati i casi: omicidio Pecorelli, attentato a Roberto Rosone (vicepresidente dell’Ambrosiano), caso Roberto Calvi, ritrovamento dell’arsenale custodito nei sotterranei del Ministero della Sanità, depistaggi nell’inchiesta sulla strage alla stazione di Bologna
1977-1984 – Attività della Banda Ludwig, sigla di tipo neonazista che causerà 28 vittime.
21 marzo del 1979 – Assassinio di Attilio Dutto (Cuneo), patron di un giovane Briatore, con una bomba collegata alla sua auto in un attentato mai chiarito. Condannato in primo grado ad un anno e sei mesi di reclusione (Bergamo) e a tre anni (Milano), ritennero Flavio Briatore a capo del cosiddetto Gruppo di Milano, che effettuava truffe ai tavoli verdi. Oltre Briatore i processi coinvolsero, tra gli altri, anche l’amico Emilio Fede, assolto poi per insufficienza di prove.
11 luglio 1979 – Omicidio Ambrosoli (l’eroe borghese, liquidatore delle banche di Sindona).
24 gennaio 1979 – Guido Rossa, sindacalista, è ucciso a Genova dalle Brigate Rosse
16 febbraio – Omicidio Torregiani, gioielliere ucciso dai Proletari Armati per il Comunismo (Cesare Battisti)
20 marzo – Omicidio di Carmine Pecorelli, giornalista di OP, legato alla P2, in circostanze ancora non del tutto chiarite
1980 – Condannato Sindona per il fallimento della Franklin National Bank di Long Island da lui acquisita nel 1972.
2 agosto 1980 – Strage alla stazione di Bologna: 85 morti, 200 feriti. Responsabili dei neofascisti, si è parlato anche di legami con la tensione internazionale (l’11 agosto 1982 il neofascista Concutelli uccide Palladino, testimone della strage al processo)
12 aprile 1981 – Roberto Succo uccide i genitori e fugge dall’Italia diventando un serial killer. Ucciderà 7 persone, arrestato nel 1988.
13 maggio 1981, ore 17.22 – Attentato a papa Giovanni Paolo II
6 maggio 1981scoppia lo scandalo P2
1981-1985 – Il Mostro di Firenze intensifica la sua azione uccidendo 6 coppie
3 settembre 1982 – Strage di via Carini (Palermo): sicari uccidono a colpi di Kalashnikov il gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa, la moglie e la scorta.
17 giugno 1982 – Roberto Calvi è trovato impiccato sooto il Black Friars Bridge a Londra con dei mattoni nelle tasche e 15.000 dollari addosso.
22 giugno 1983 – Sequestro di Emanuela Orlandi, appendice misteriosa dell’attentato a Papa Giovanni Paolo II. Il caso coinvolse Vaticano (IOR), Banda della Magliana, Banco Ambrosiano e servizi segreti di diversi Stati, in un intreccio non ancora districato.
29 luglio 1983 – Strage Chinnici: 4 morti e 15 feriti. Muoiono il magistrato Rocco Chinnici, due agenti di scorta e il portiere dello stabile, uccisi dall’esplosione di un’auto-bomba al tritolo. Ritenuti responsabili Riina, Provenzano e Brusca.
11 ottobre 1983 – Incendio del Cinema Statuto a Torino, 64 morti per mano dei “marxisti spiritisti”.
26 agosto 1984 – Strage dei pescatori: uccisi 8 uomini al Circolo dei Pescatori di Torre Annunziata, episodio inserito nella guerra di camorra per il controllo del Vesuviano.
23 dicembre 1984 – Strage del Rapido 904: 17 morti, 250 feriti. Per volontà della mafia (Pippo Calò), la bomba esplode nella stessa galleria del treno Italicus.
19 luglio 1985 – Catastrofe di Stava (Trento): 268 morti uccisi dal crollo per mancata manutenzione della discarica della miniera di Prestavel.
9 febbraio 1986 – Omicidio Miroslava
22 Marzo 1986 – Sindona è ucciso nel carcere di Voghera con un caffè al cianuro, due giorni dopo la condanna per l’omicidio di Ambrosoli.
4 gennaio 1991 – Strage del Pilastro (Bologna): Banda della Uno bianca (1987-94) uccide 3 carabinieri.
21 settembre 1990 – Omicidio di Livatino, il giudice ragazzino
17 aprile 1991 – Caso Pietro Maso
10 luglio 1991 – Caso dell’Olgiata
23 maggio 1992 – Strage di Capaci: tra le 5 vittime c’è il giudice Falcone.
19 luglio 1992 – Strage di via D’Amelio: tra le 6 vittime c’è il giudice Borsellino
25 luglio1992-8 luglio1998 - Operazione Vespri siciliani: Forze armate italiane in Sicilia.
Tangentopoli
17 febbraio 1992 – Arrestato Mario Chiesa (Psi): è l’inizio dell’inchiesta Mani Pulite: un complesso sistema di tangenti coinvolge i dirigenti milanesi del Psi, primo fra tutti, Paolo Pillitteri cognato di Craxi.
L’attacco della Mafia allo Stato.
27 maggio 1993 – Strage di via dei Georgofili (Firenze): un’autobomba esplode nei pressi del museo degli Uffizi, 5 morti, ingenti danni.
27 luglio 1993 – Bomba di via Palestro (Milano): un’autobomba uccide 2 vigili del fuoco, 1 vigile urbano e 1 immigrato. Contemporaneamente, altre due autobombe esplodono a Roma, in piazza San Giovanni in Laterano e davanti alla chiesa di San Giorgio al Velabro, provocando 10 feriti.
30 aprile 1993 – manifestazioni di dissenso col governo in tutta Italia. A Roma Craxi viene bersagliato di monetine all’uscita dall’hotel Raphæl.
20-23 luglio 1993 – suicidi di Gabriele Cagliari (ENI) e di Raul Gardini (Montedison). Nel frattempo iniziò il processo a Sergio Cusani, accusato di reati collegati a una joint venture tra ENI e Montedison, chiamata Enimont.
15 gennaio-16 novembre 1994 – Caso Stevanin, serial killer che uccise in tutto 5 prostitute.
1994 – Licio Gelli condannato: 12 anni di carcere per la frode riguardante la bancarotta del Banco Ambrosiano nel 1982 che era collegato alla banca del Vaticano, l’IOR; e 3 anni per la loggia P2. La polizia rinvenne nella sua villa oltre 2 milioni di dollari in lingotti d’oro. 20 marzo 1994 – Ilaria Alpi è uccisa assieme al suo operatore per aver indagato su traffici illegali tra l’Italia e la Somalia col beneplacito di parte dei Servizi e della Mafia.
1994 – Costituzione delle Nuove BR: omicidi di Massimo D’Antona (20 maggio 1999) e Marco Biagi (19 marzo 2002).
9 maggio 1997, ore 11,35 – Omicidio di Marta Russo. Il 15 dicembre 2003 la Cassazione condanna in via definitiva Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro che avrebbero accidentalmente esploso un colpo dalla finestra dell’aula 6, uccidendo la giovane.
10 gennaio-16 febbraio 2001 – Mostro di Padova: 3 morti.
21 febbraio 2001 – Delitto di Novi Ligure
Luglio 2001 – Fatti di Genova: episodi della scuola Diaz e del carcere di Bolzaneto.
30 gennaio 2002 – Delitto di Cogne
11 dicembre 2006 – Strage di Erba
2 maggio 2003 – Sentenza di appello al processo Andreotti: è distinto il giudizio tra i fatti fino al 1980 e quelli successivi. Stabilisce che Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all’associazione per delinquere» (Cosa Nostra), «concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980», reato però «estinto per prescrizione». Per i fatti successivi alla primavera del 1980 Andreotti è stato invece assolto.
2004-2006 – Scandalo di Calciopoli
Settembre 2006 – Scandalo Telecom-Sismi: 21 arresti per spionaggio e “dossieraggio” di manager e politici
2003-2006 – Nigergate, Laziogate e Caso Abu Omar
13 agosto 2007 – Delitto di Garlasco
2 novembre 2007 – Delitto di Perugia
Notte fra il 5 e il 6 dicembre 2007 – Tragedia della ThyssenKrupp: 7 operai dello stabilimento di Torino vengono investiti da una fuoriuscita di olio bollente in pressione che prende fuoco. All'origine dell'incendio c’è una violazione degli standard di sicurezza di un settore in dismissione
28 settembre 2008 – Strage di Castelvolturno: uccisi 5 africani e 1 italiano per regolamento di conti o avvertimento camorristico.
Bibliografia essenziale:
*
Link:
(Banca della Memoria)
(cronistoria di Tangentopoli)
http://www.beppegrillo.it/calendario2007.php (calendario coi santi laici e martiri della storia d’Italia)
Libri, Articoli, documentari:
J.Ziegler, La Svizzera lava più bianco, Milano, Mondadori, 1992
Montanelli-Cervi, Storia d’Italia. L’Italia degli anni di piombo, Milano, Rizzoli, 2001
G. De Cataldo, Romanzo criminale, Torino, Einaudi, 2002
Bianchi-Nerazzini, La Mafia è bianca, Milano, Rizzoli (Video), 2005
F. Grignetti, Il caso Montesi. Sesso, potere e morte nell'Italia degli anni ‘50, Venezia, Marsilio, 2006
M. Guarino, Gli anni del disonore. Dal 1965 il potere occulto di Licio Gelli e della loggia P2 tra affari, scandali e stragi, Bari, Dedalo, 2006
G. Galli, La venerabile trama. La vera storia di Licio Gelli e della P2, Torino, Lindau, 2007
G. Vecchione, La Fallita Rivoluzione Pacifica, www.centomovimenti.com, 17 febbraio 2007
M. Calabresi, Spingendo la notte più in là, Milano, Mondadori, 2007
Storia fotografica d’Italia (1967-1985). La contestazione, le nuove conquiste sociali, gli anni di piombo, Napoli, Intra Moenia, 2008
Lucarelli-Picozzi, La nera. Storia fotografica di grandi delitti italiani dal 1946 a oggi, Milano, Mondadori, 2008
N. Tranfaglia, Perché la mafia ha vinto. Classi dirigenti e lotta alla mafia nell'Italia unita (1861-2008), Torino, UTET, 2008
Baldoni-Provvisionato, Anni di piombo. Sinistra e desta: estremismi, lotta armata e menzogne di Stato del Sessantotto a oggi, Milano, Sperling & Kupfer, 2009
A. Serra, Poliziotto senza pistola. A Milano negli anni di piombo e della malavita organizzata, Milano Bompiani, 2009
S. Limiti, L’Anello della Repubblica. La scoperta di un nuovo servizio segreto. Dal Fascismo alle Brigate Rosse, Milano, Chiarelettere, 2009
C. Vecchio, Un anno fra i trentenni italiani all’epoca di Berlusconi, Milano, Chiarelettere, 2009
P. Reski, Santa mafia. Da Palermo a Duisburg: sangue, affari, politica e devozione, Modena, Nuovi Mondi Edizioni, 2009

1 Commento

  1. Il mondo è mosso da una spirale di numerosi episodi di violenza grave commessa da neo-nazisti fanatici. E 'vero che la situazione attuale non è paragonabile a quella che ha preso il mondo negli anni 30 e 40 del secolo scorso, ma in America ci sono anti-sociale, di guida e di organizzare una violenza sanguinaria. Ora non c'è crisi economica e politica che precedette la grande disastro della Seconda Guerra Mondiale, ma ci sono quelli che sfruttano la crisi sociale e la mancanza di piani di sviluppo democratico e di solidarietà, per promuovere la violenza del razzismo, l'odio per gli stranieri, il ebreo o persona la cui identità culturale non è compatibile con l'oggetto del loro odio. Oggi mi sento un reale pericolo neo-fascista e neo-nazista almeno una repubblica, ma i fatti mostrano un gruppo di potere bramare antisociale. Tenete a mente l'esistenza di una minoranza di giovani latino-americani che non hanno modelli di identità e di solidarietà democratica, dando fanaticamente, nel caso del Perù, la leadership violenta nazisti di Victor Baca Minetti e Ricardo Spirito Balbuena, i simboli oscuri, analgesia morale, sconvolgimento sociale in alcuni settori e anche il complice passiva in situazioni di palese ingiustizia, come è successo in alcuni recenti attentati e uccisioni. Vediamo la mancanza di reazione perplessa impegnata ad aiutare la vittima, o l'esistenza della svastica tatuata persone che fanno pubblicazioni con slogan inquietanti, le idee fisse e simboli nazisti, disadattati che indottrinare i giovani 13-15 e gruppi che fanno una terra di odio con colpi con mazze da baseball, calci e regola dominante che richiede obbedienza cieca al leader. Tuttavia, il problema più grave è l'indifferenza delle autorità di questo grave rischio e la sua incapacità di far fronte, e l'inettitudine di coloro che incoraggiano le loro pratiche e discorsi discredito delle istituzioni democratiche. Oggi la lotta per la libertà, uguaglianza e fraternità ha un posto importante nella Costituzione e il codice penale, ma manca ancora che ognuno di noi prenderà il suo posto per impedire agli utenti di odio, violenza e intolleranza. Deve essere evitato attraverso l'educazione di convivenza reale di solidarietà civica, integrando le politiche e la socializzazione, rendendo il lavoro di squadra di invertire questa allarmante situazione.

    http://cronicas-de-spectator.blogspot.com/2012/03/la-sombre-del-yunque-en-espana.html
    http://diepresse.com/home/panorama/welt/731374/NeonaziMorde_Weitere-Festnahme-in-der-Schweiz
    http://asalto-neonazi-a-mexico.blogspot.com/2008/10/las-dos-cabezas-de-la-hidra.html

    http://www.robertlindsay.wordpress.com/2009/09/04/neonazis-rusos-video-de-la-decapitacion/~~V
    http://elcomercio.e3.pe/ima/0/0/0/2/5/25575.jpg
    http://1.bp.blogspot.com/-jIrV-HdjBfQ/T4BnD1XnauI/AAAAAAAADfY/_M2j94aNxYw/s1600/Victor%2BBaca%2BMinetti.jpg

    Nelle ultime due pagine conteneva il führer peruviano Victor Baca Minetti e dei suoi discepoli Javier Christian Aliaga Cornejo, Armel Alberto Torres Zen, Karen Montes Camero, Samir Euscategui Arnao, e Rene Lira Barreto, studenti della Pontificia Universidad Catolica del Perù.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>